A ricevimento studenti

a ricevimento studenti

Studio del professore universitario.
E’ orario di ricevimento studenti.
Bussano alla porta ed entra una stupenda bionda, alta, con tacchi alti, minigonna vertiginosa e maglietta aderente.
“In che cosa posso esserle d’aiuto?” chiede il docente.
La ragazza si siede accavallando le gambe e lasciando vedere bellissime gambe inguainate da calze e reggicalze neri e, rivolgendosi al professore con voce suadente, dice: “Ho bisogno di parlarle perché desidero superare l’esame a tutti i costi.
Sono disposta a qualsiasi cosa”.
Il professore la guarda malizioso e le chiede: “Ma lei è proprio disposta a fare qualsiasi cosa?”.
“Sì, pur di essere promossa!”.
“Ma lei che cosa intende per qualsiasi cosa?”.
E la ragazza, avvicinandosi al viso del professore gli sussurra in un orecchio: “Qualsiasi cosa è… qualsiasi cosa!”.
Il professore allora si alza dalla sua cattedra, si avvicina alla ragazza passandole dietro le spalle e le sussurra anche lui nell’orecchio: “Allora anche studiare?”.